Bambini

In bicicletta con i bambini: come portarli in sicurezza

La bicicletta sta diventando sempre più popolare come soluzione per la mobilità quotidiana, soprattutto ora che nelle grandi città si può sfruttare il bonus mobilità per il suo acquisto. Spesso però, sia in città che in vacanza, se si è genitori ci si deve porre il problema di come andare in bicicletta con i bambini in modo comodo e sicuro. Basta osservare alcune disposizioni di legge e il trasporto dei piccoli passeggeri non sarà più un ostacolo ed esistono diverse possibilità a disposizione dei genitori su due ruote che vengono incontro alle esigenze di tutti.

La prima cosa da fare prima di scegliere come portare in bicicletta i bambini è capire per cosa e quanto tempo vi servirà la bici. Identificare le vostre preferenze e necessità (città o vacanza, tratti brevi o lunghi, strada o sterrato…) vi potrà servire per capire se la bici che avete è già quella che fa al caso vostro o se invece varrà la pena di scegliere un nuovo modello.
Le bici da cicloturismo sono sicuramente le più comode per le gite con i bambini e a meno che non siate patiti di sentieri rocciosi in montagna, vi conviene optare su questo modello. Le bici da viaggio sono infatti molto comode (hanno il manubrio più alto e consentono una postura schiena e collo agevolata soprattutto per chi soffre di cervicale), hanno il cambio che sostiene in caso di salite e sono molto robuste.

La scelta del supporto ideale per andare in bicicletta con i bambini dipende soprattutto dall’età e dal peso del bambino.

Il seggiolino da bici

Come per i seggiolini auto, esiste una normativa specifica anche per le bici e prevede che il trasporto dei bambini venga effettuato su appositi seggiolini, le cui caratteristiche sono regolamentate dal Codice della Strada (art. 225 regolamento C.d.S.): la normativa prevede che possono essere trasportati i bambini fino agli 8 anni di età e che i seggiolini (anteriori o posteriori) devono avere: sedile con schienale, braccioli, sistema di fissaggio alla bicicletta e cinture di sicurezza del bambino composte di sistema di protezione dei piedi. Il seggiolino deve essere inoltre fissato alla bici impedendone lo sganciamento accidentale e non deve occupare la visuale o impedire le manovre (valido soprattutto per i seggiolini anteriori).

I seggiolini, sia anteriori che posteriori, possono essere utilizzati dopo i 9 mesi di età per ragioni legate alla muscolatura del collo e alla capacità di mantenere in sicurezza la posizione seduta; inoltre

  • il seggiolino collocato anteriormente non deve portare bambini di peso superiore ai 15 kg
  • il seggiolino collocato posteriormente non deve portare bambini di peso superiore ai 25 kg

Alcuni seggiolini hanno poi la possibilità di essere leggermente reclinati, funzione estremamente comoda per tragitti più lunghi visto che i bambini più piccoli tendono ad addormentarsi spesso con il movimento della bicicletta.

Il rimorchio bici

La legislazione regolamenta a livello europeo il trasporto dei bambini con rimorchi. Per essere a norma quindi deve essere un rimorchio monoassiale che può essere attaccato alla bici tramite un sistema di accoppiamento speciale. Inoltre, ai rimorchi per biciclette vengono applicate queste regole:

  • la lunghezza totale della bicicletta con rimorchio non deve superare i 3 m
  • la larghezza massima rimorchiabile è pari alla larghezza massima del veicolo trainante maggiorata di m.0,75.
  • l’altezza massima, compreso il carico, non sia superiore a 1 m
  • la massa trasportabile, non sia superiore ai 50 kg
  • il rimorchio per il trasporto di bambini deve essere dotato di un sistema di sicurezza e di fissaggio
  • in condizione di scarsa visibilità, il rimorchio deve essere equipaggiato di luci anteriori e posteriori

Il rimorchio può portare 1 o 2 bambini a seconda dei modelli ed è uno dei sistemi di trasporto più comodi, anche se lo sconsiglio in città in quanto l’altezza a cui si trova il bambino è quella degli scarichi delle macchine e le ciclabili sono spesso strette. Se usato invece in montagna, al mare o comunque fuori città permette di viaggiare comodi e sicuri: i bambini sono protetti dal sole, dalla pioggia e dal vento, stanno comodamente seduti e si godono il viaggio. E’ inoltre dotato di una comoda tasca portaoggetti per tutto il necessario per la giornata.

Alcuni rimorchi inoltre possono essere utilizzati anche come “passeggino” avendo la possibilità di attaccare una terza ruota e sono perfetti anche per fare jogging avendo ruote grandi che si adattano a qualsiasi terreno e velocità. Alcuni inoltre hanno la possibilità di agganciare una sdraietta riduttore per portare anche bambini molto piccoli.

Altre opzioni

Altre possibili opzioni di trasporto per i bambini magari meno conosciute sono la cargo bike e la barra da tandem.

La Cargo Bike è una bicicletta progettata per trasportare carichi oltre al conducente. Ne esistono di diversi tipi: per portare i bambini, gli animali, gli oggetti e anche bici-negozio itineranti. È ideale per il trasporto fino a 4 bambini (e 150 kg, quindi via libera anche ai sacchetti della spesa). Può essere davvero considerata l’alternativa ecologica ed healthy all’auto, perfetta per portare i bimbi a scuola, in piscina o qualunque altra attività e anche per passeggiate nei parchi e tra la natura. Questa opzione, al contrario del rimorchio, è molto adatta anche per l’uso in città, come ampiamente dimostrato dai paesi nordici.

La barra per tandem è invece consigliata a chi ha figli più grandi che amano pedalare ma che in alcuni tratti potrebbero avere difficoltà, soprattutto se si fanno escursioni più lunghe. Basta agganciare la barra dalla bici del genitore a quella del bambino e sollevando la ruota anteriore di quest’ultima, il bambino potrà continuare a pedalare aiutato dal genitore che lo traina.

Un accessorio da non dimenticare mai qualsiasi sia la scelta del mezzo per andare in bicicletta con i bambini è il casco, fondamentale per essere sempre tranquilli e sicuri.


Disclaimer: Kwankoo.com sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Con alcuni dei siti citati nei nostri articoli Kwankoo ha un’affiliazione ed ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Kwankoo.com riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.


Back to top button
Close