Tech

Bonus Mobilità: pronti al click day del 3 Novembre per i 500€

Finalmente, dopo mesi di rinvii, è stata annunciata la data di partenza per richiedere il bonus mobilità per chi ha acquistato biciclette e monopattini a partire da maggio 2020: il 3 novembre è la data da segnare in agenda.

Dopo la pubblicazione del 5 settembre in Gazzetta Ufficiale, il decreto attuativo per il rimborso destinato alla mobilità entra così nella sua fase concreta e lo fa scegliendo la modalità del click day. Il ministero dell’Ambiente ha deciso che le richieste per l’incentivo fino a 500 euro per chi ha acquistato bici e monopattini verranno soddisfatte a partire da quella data rispettando l’ordine di inserimento delle fatture nella piattaforma online e non la data di emissione delle fatture stese.

Rivediamo in breve come funziona il rimborso e quindi chi deve prepararsi ad essere il più veloce il 3 Novembre (o i giorni successivi visto che il sito sicuramente non reggerà il traffico eccessivo come era successo per il bonus seggiolini…):

  • Possono fare domanda per il bonus bici e monopattini tutti i cittadini maggiorenni residenti nei Comuni con popolazione superiore a 50 mila abitanti, ma non solo: sono inclusi anche quelli dei capoluoghi di Regione, delle Città metropolitane (che in tutto sono 14: Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma Capitale, Torino, Venezia) e dei capoluoghi di Provincia.
  • Il bonus è pari al 60% della spesa sostenuta e, in ogni caso, non può andare oltre ai 500 euro: se avete acquistato una bicicletta da 400€ il bonus che otterrete sarà pari a 240€; se invece avete preso per esempio una e-bike che ne costa 3.000€ il rimborso sarà pari al tetto massimo di 500€.
  • L’incentivo prevede due possibili iter per ottenere il bonus: chi intende acquistare una bicicletta deve registrarsi sulla pagina internet del ministero dell’Ambiente, fornendo i propri dati (è necessario avere lo Spid), ottenendo così l’assegnazione del bonus da spendere entro 30 giorni e non oltre il 31 dicembre (ma attenzione: il rivenditore non è obbligato ad accettarlo, perché l’adesione è su base volontaria); non consigliamo questo sistema in quanto probabilmente i fondi messi a disposizione verranno esauriti con le richieste inserite da chi ha già acquistato nei mesi precedenti. Chi ha già acquistato una bici, per ottenere il rimborso deve comunque registrarsi alla app, caricando lo scontrino parlante o una fattura precedentemente scannerizzati. Inoltre, bisognerà inserire anche le coordinate bancarie necessarie per ricevere il rimborso.
  • Il bonus mobilità può essere chiesto una sola volta a persona e può coprire l’acquisto di biciclette nuove o usate, sia tradizionali che a pedalata assistita, handbike nuove o usate, veicoli nuovi o usati per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica (monopattini, hoverboard, segway) e servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli con auto.
  • Rispetto alla dotazione iniziale, lo stanziamento per finanziare la norma è stato aumentato passando da 120 a 210 milioni di euro. Facendo una media di 300 euro di bonus a persona si arriva a coprire circa 700 mila richieste che arriveranno a partire dal 3 novembre.

Back to top button