Notizie

Cashback di Natale: come avere indietro 150€

Tra qualche giorno, esattamente l’8 dicembre, prenderà il via un’altra iniziativa dello stato per incentivare i pagamenti senza contanti e combattere l’evasione: dopo avervi presentato la lotteria degli scontrini (che avrà il via a gennaio, ma potete già richiedere il vostro codice) oggi vi parliamo del Cashback di Natale. Grazie a questa iniziativa potete ottenere un cashback fino a 150€ per tutti gli acquisti effettuati dall’8 dicembre fino a fine anno.

L’intenzione del governo è quella di riconoscere un sistema di extra cashback per gli acquisti effettuati nel mese di dicembre. Si tratta, nello specifico, di un rimborso del 10% che verrà riconosciuto ai contribuenti che effettueranno acquisti presso i negozi fisici (gli acquisti via ecommerce non valgono per questa iniziativa visto che già di loro sono fatti con moneta elettronica). Una sorta di bonus che si basa sul principio del “ritorno” del denaro speso, per cui il Governo avrebbe deciso di fissare il tetto massimo di 150 euro. Sul sito Cashlessitalia messo in piedi dal governo si possono trovare le informazioni su tutte le iniziative messe in piedi per incentivare i pagamenti elettronici e combattere l’evasione fiscale.

Come funziona?

Il cashback di Natale prevede la restituzione del 10% di quanto speso per acquisti effettuati solo con pagamenti digitali presso negozi fisici. Il rimborso è pari al 10% di ogni spesa effettuata, con un tetto massimo di rimborso pari a 15 euro per ogni acquisto e a 150 euro per la totalità delle spese effettuate nel periodo. Non c’è un tetto minimo di spesa, valgono tutti gli acquisti pagati con carte o app di pagamento in negozi, bar, ristoranti, supermercati, grande distribuzione, artigiani e professionisti.

L’adesione è ovviamente su base volontaria, basta scaricare la app IO (vi consiglio di cercarla sugli store Android e Apple come “IO servizi pubblici”), oppure utilizzando il sistema messo a disposizione dal negozio, inserendo codice fiscale ed estremi identificativi degli strumenti di pagamento. E’ necessario avere le credenziali SPID. Dopo aver effettuato questi passaggi, che rappresentano una sorta di iscrizione, la partecipazione vera e propria al programma parte con il primo acquisto che viene effettuato.

Come attivare il cashback di Natale?

Basta seguire alcuni semplici passaggi:

  • La prima cosa da fare è assicurarsi di avere Spid (il Sistema pubblico di identità digitale) o la Carta d’Identità elettronica (Cie). Se non avete lo Spid, potete fare la richiesta a uno dei provider che trovi sul sito spid.gov.it.
  • Il passo successivo consiste nello scaricare l’app Io, l’applicazione dei servizi pubblici (io.italia.it). È la stessa già utilizzata per i pagamenti con pagoPa e per il bonus vacanze.
  • Dopo l’avvio del Cashback (8 dicembre), vanno abilitate le carte che si utilizzano per i pagamenti, inserendo sulla app gli estremi delle proprie carte di credito e bancomat, e bisogna aggiungere anche il codice Iban del conto sul quale si vuole ricevere il rimborso.Sulla app sarà possibile controllare i pagamenti fatti, che danno diritto a ricevere indietro il 10%.
  • Una volta abilitate le carte, per ottenere il cashback di massimo 150€ occorre effettuare almeno 10 operazioni tra l’8 e il 31 Dicembre.

Come funzionerà il cashback da Gennaio?

Dal 2021, poi, con il piano cashback a regime, bisognerà fare almeno 50 acquisti per ogni semestre: gennaio giugno 2021, luglio – dicembre 2021, gennaio – giugno 2022. Il rimborso massimo resta a 15 euro per ogni acquisto e a 150 euro nel semestre. significa che si può ottenere un rimborso massimo di 300 euro all’anno, in presenza di almeno 100 operazioni di pagamento digitale, effettuate metà nel primo semestre e metà nel secondo.

Infine, c’è il Supercashback, che prevede un premio per i primi 100mila acquirenti che effettuano il maggior numero di operazioni in ogni semestre. Il premio è pari a 1500 euro per ogni semestre.

Back to top button